Selge - Servizi e Tecnologie Innovative per L'Agro-Alimentare

Via Amendola, 165/A
70126 Bari, Italia
Sito web: www.selge.uniba.it
 Innovoliva

La rete SELGE si sviluppa intorno alle competenze di 11 laboratori di Università pugliesi (Università di Bari, Foggie e Lecce) ed Enti pubblici (CNR, IAM-Ba) che svolgono ricerche innovative nei campi della genomica, trascrittomica, metabolomica, genetica, biochimica, protezione delle piante dalle malattie, biotecnologie per la valorizzazione del germoplasma e qualità e sicurezza degli alimenti. Opera a stretto contatto con produttori, consorzi, associazioni ed altri centri di ricerca per lo sviluppo di programmi di ricerca e attività che rispondono a esigenze specifiche nella caratterizzazione varietale molecolare, biochimica e citologica; controllo di organismi nocivi e da quarantena su germoplasma vegetale oggetto di scambi commerciali; miglioramento sanitario e conservazione di risorse genetiche autoctone e di interesse; sequenziamento genomico per DNA, RNA ed analisi bioinformatica; icroscopia confocale e a scansione per analisi ultrastrutturale.

Le attività nel campo della Diagnostica Fitopatologica

Il laboratorio di diagnosi e biotecnologie fitosanitarie della rete SELGE si pone l’obiettivo generale di promuovere ricerche innovative per valorizzare le produzioni agroalimentari attraverso la tutela del territorio dall’introduzione e diffusione di patogeni e parassiti di rilevanza economica e da quarantena; l’accertamento sanitario delle produzioni vivaistiche; l’ottenimento di produzioni con elevati standard qualitativi e produttivi; il trasferimento delle tecnologie diagnostiche innovative alle realtà locali (laboratori privati, centri sperimentali, ecc.). In particolare, i laboratori del Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti dell’Università di Bari e dell’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante del CNR, sono accreditati quali laboratori per i saggi ufficiali di conferma per Xylella fastidiosa, nell’ambito del programma ufficiale di monitoraggio. I laboratori si avvalgono di tutte le competenze (virologiche, batteriologiche, micologiche, entomologiche ecc.) e delle strutture necessarie allo sviluppo di metodologie diagnostiche e biotecnologiche che possano essere applicate da laboratori accreditati e possano coadiuvare i tecnici dei servizi fitosanitari nella identificazione di patogeni e parassiti delle specie orticole, frutticole, viticole, olivicole, floricole e forestali da quarantena e pregiudizievoli la qualità. I laboratori sono dotati della strumentazione prevista dalla normativa (DM 14/4/1997) per la rilevazione di batteri, funghi, virus e viroidi, nematodi e parassiti seguendo gli standard EPPO: test biologici, sierologici e molecolari di ultima generazione (PCR e Real Time PCR).

Espositore successivo